Catcalling e molestie sessuali

 

🔴 Cos’è il catcalling e cosa si intende per molestie sessuali? 🔴
Si chiama catcalling quella serie di comportamenti tra cui fischi, gesti, commenti e avance indesiderate, messi in atto da estranei per attirare l’attenzione, principalmente delle donne quando camminano per strada e in altri luoghi pubblici.
Si considera molestia sessuale ogni comportamento indesiderato con sfondo sessuale o di discriminazione basata sul sesso che offende la dignità della persona. Possono essere atteggiamenti di tipo fisico, verbale o non verbale.
“Dovresti essere felice di ricevere delle attenzioni, fai un sorriso .. Ma dai, esageri sempre, voleva solo farti un complimento…”
Il catcalling è considerato una forma di molestia sessuale, può mettere molto a disagio la persona che lo subisce, tanto da farla sentire violata nei suoi spazi, non sicura.

🔴 Catcalling: una testimonianza 🔴
“Erano le 8 di sera, stavo facendo un breve pezzo a piedi per tornare a casa da sola. Avevo appena salutato la mia amica. A un tratto sento dei fischi e dei versi, mi giro e c’è questo gruppo di ragazzi che mi guarda, fischia, mi urla: “Ciao bella, vieni qui?” e si muove verso di me.
Io ho preso così paura che non me la sono mai più sentita di fare quella strada da sola. Non mi sento mai sicura quando cammino da sola dopo una certa ora, sono così stufa di non poter mai abbassare la guardia, di sentirmi sempre a disagio… Non mi fido più della gente che non conosco.”
– Anonima, 17 anni

“Ma io non ero vestit* provocante, non capisco!”
Spesso la vittima di catcalling o altri tipi di molestie di questo tipo, si sente in dovere di giustificare il modo in cui era vestita o l’atteggiamento che aveva.
A volte emerge anche il senso di colpa e ci si inizia a chiedere cosa si sarebbe potuto fare per evitare di trovarsi in quella situazione.
Questo porta a cercare di evitare il più possibile il ritrovarsi in questo tipo di circostanze spiacevoli, cambiando anche le proprie abitudini: ad esempio evitando di andare in giro la sera, se non in compagnia.

“Be’, ad andare in giro così… per forza attiri l’attenzione!”
Quante volte abbiamo sentito queste frasi?
Ma… non è mai colpa della vittima.
🔴 Cosa posso fare se ho subito una qualche forma di molestia sessuale?
👉🏻 Inizia parlandone con qualcuno, chiunque! Condividere ciò che senti dentro può aiutarti, anche se è molto doloroso. Un genitore, un amico, un insegnante, fratello, sorella, zia…
👉🏻 Se non te la senti di parlare con qualcuno che conosci puoi contattare un professionista (psicologo/psicoterapeuta) presso il Consultorio (0461-902190) o la Psicologia Clinica (0461-902100 o psicologiaclinica.trento@apss.tn.it)
👉🏻 Puoi parlarne anche con noi in chat sulla App Youngle
👉🏻 Denuncia il fatto alle autorità, sapranno come aiutarti a capire cosa fare e come muoverti
👉🏻 Ricordati che non è colpa tua!
🔴 Cosa posso fare se qualcuno mi racconta di averlo vissuto?
👉🏻 Dai sostegno, ascolta, accogli.
👉🏻 Ricordale che non è colpa sua.
👉🏻 Aiuta a denunciare il fatto, quando la persona si sentirà pronta a farlo.
Catcalling e molestie sessuali

Lascia un commento